Chiamaci al: (+39) 0423 544873

Innovazione

Sempre all'avanguardia. I primi ad aver introdotto prestigiosi servizi a disposizione del cliente, gli unici ad offrirli GRATIS! I nostri brevetti hanno introdotto nuovi standard di qualità ed affidabilità. Dinamici e flessibili, il nostro team è in continua sinergia tra ingegneria e arte birraia.

Tecnologia

Progettazione accurata e attenzione maniacale nella costruzione. Ogni impianto è un'opera d'arte costruita su misura del cliente. Tutto quello che costruiamo noi lo garantiamo a VITA! Con la tecnologia Zero inerzie il riscaldamento elettrico supera le prestazioni del vapore!

Assistenza

Ti offriamo tanti prestigiosi servizi completamente gratuiti: formazione di alto livello, un tutor personale per due anni di attività, progetteremo e coordineremo la costruzione del tuo birrificio, redigeremo con te ricette personalizzate con il supporto di un vero birrificio. Tutto questo compreso nel costo dell'impianto! 

Ecosostenibili

Massima efficienza vuol dire risparmio energetico; produrre birra rispettando le tradizioni, con gli stessi metodi naturali di una volta, supportati però da moderne tecnologie che assicurano la ripetibilità e il successo della produzione, ottimizzando le risorse a disposizione, in piena armonia con l'ambiente.

Riscaldamento elettrico o vapore?

 

Spesso nei testi che trattano di tecniche di produzione birraia si legge che il miglior fluido vettore negli impianti per produzione di birra è il vapore, da preferire all'olio diatermico che permette di avere numerosi vantaggi ma genera inerzia termica.

In generale questo è vero ma forse una visione un pò obsoleta del problema legata alle soluzioni tecnologiche adottate nel periodo in cui è stato scritto il testo. Molti anni fà quando iniziammo la produzione di impianti per birrificazione, abbiamo iniziato lo sviluppo di macchine che riducessero al minimo i fenomeni d'inerzia e mantenessero i benefici dovuti al riscaldamento elettrico. Nonostante i risultati erano già superlativi a livello di birre, come dimostrano i risultati ottenuti dai nostri clienti storici, non abbiamo arrestato la ricerca inseguendo l'obbiettivo di realizzare una macchina elettrica ad olio diatermico che non avesse nessuna inerzia

 

Tecnologia "Low inertia"

Oggi grazie all'ausilio di sofisticati PLC(programmable logic controller) la gestione della potenza erogata è controllata attraverso softwares che sfruttano l'inerzia. Infatti la macchina, grazie a sensibilissimi sensori che monitorano in tempo reale la fase di riscaldamento, l'erogazione di energia viene sospesa con l'anticipo necessario affinché la temperatura venga raggiunta sfruttando l'inerzia. Questa configurazione è decisamente economica e funzionale, l'avvicinamento alle temperature obbiettivo è dolce e preciso. Di seguito il grafico di un ammostamento eseguito da una macchina con la tecnologia "low inertia"

 andamento delle temperature con la tecnologia low inertia

 

 

 

Tecnologia "Zero inertia"

L'innovazione introdotta con questa soluzione tecnologica mantiene i vantaggi dell'olio diatermico e elimina totalmente i fenomeni d'inerzia. Il confronto con il vapore diviene sbilanciato a favore della soluzione elettrica per diverse ragioni:

  • con la soluzione "zero inertia" è possibile pilotare esattamente la temperatura della sorgente calda a tutto beneficio dei processi enzimatici in atto nell'ammostamento, a differenza del vapore che è a temperatura fissa e la possibilità di regolazione è limitata. Il riscaldamento con questa soluzione rende gli ammostamenti estremamente efficienti e ripetibili
  • la compattezza degli impianti elettrici, pulizia e silenziosità permettono di essere installati in ogni luogo
  • economicità all'acquisto, infatti non essendo necessario un generatore di vapore e tutta l'impiantistica di collegamento, ne canne fumarie, ne un ambiente tecnico per ospitare il generatore e nemmeno le onerose ispezioni tecniche annuali a cui sono soggetti i generatori di vapore, l'investimento iniziale è decisamente più basso.
  • economicità di gestione, i costi diretti imputabili ad ammostamento e bollitura durante una cotta variano da 0,01€ a 0,015€ per litro con una macchina elettrica.

 andamento delle temperature con la tecnologia zero inertia

 

 

Riscaldamento a vapore.

Gli impianti di grandi dimensioni (oltre i 1500 litri) necessitano di molta energia per ottenere le prestazioni minime di 1 grado al minuto. L'utilizzo di una caldaia a combustibile per produrre calore è la soluzione più naturale, specie perché in poco spazio si possono produrre numerosi kW.  C'è inoltre la possibilità di sfruttare il vapore prodotto per altre utenze, come imbottigliatrici o lava fusti ed impianti CIP. La gestione del vapore viene affidata a computer che ne regolano pressioni e flusso in modo da regolare finemente l'apporto di energia.

 

 

 

In conclusione, per microbirrifici con piccoli impianti, intendo fino a 1000 litri per cotta, l'impiego del vapore non ha molto senso, infatti nel caso di un 500 litri per cotta ad olio diatermico si ha un consumo medio di energia elettrica pari a 11€, per quanto poco possa costare il metano, quanti anni ci vogliono per coprire le spese del generatore di vapore che sono nell'ordine di 15.000,00€? Dipende dalle cotte effettuate e dall'efficienza di tutto l'impianto, ma già si intuisce che per cominciare a risparmiare si supera la vita del generatore di vapore stesso. Se destinassimo la stessa quantità di denaro ad un aumento del numero di fermentatori, con la medesima cifra investita, otterremmo 25.000/40.000 litri all'anno in più, che oltre ad essere prodotto in più da vendere che genera fatturato, contribuisce ad abbassare i costi per l'effetto di ripartire l'ammortamento dell'impianto su una maggiore quantità di litri.

Venite a trovarci nel nostro microbirrificio, attualmente produciamo circa 140.000 litri/anno praticamente tutti in doppia cotta concatenata, abbiamo scelto la soluzione elettrica e possiamo fornirvi, numeri alla mano, tutti i dati utili a compiere una scelta ponderata, oltre a farvi assaggiare delle ottime birre.

 

 

 

 

  • Lavorano con noi:

     Gea GroupSifa Gruppo bisaroGeorge FischerTecnoelettra Macchine trattamento cerealiItalian Beer Networkmta cooling sistemEtichettatrici OMBLPV caldaieBiofinmalt

     

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.